Adele e Ginna Marcelli hanno creato ad inizio Novecento, un tipico merletto a fuselli, chiamato “trina a spilli”.
Le due sorelle appresero la tecnica da Amelia Gelli Pagliai che a sua volta l’aveva appresa in carcere da una religiosa di origine fiamminga. Ormai esperte, cominciano a studiare i vari merletti italiani e stranieri, in particolare francesi e delle Fiandre, spesso smontandoli e ricostruendone i vari passaggi. A poco a poco maturano la convinzione che sia possibile dare inizio ad un merletto nuovo, con caratteristiche proprie.
In un antico palazzo di Sansepolcro che ospita anche la sede dell’associazione “Il merletto nella città di Piero” si conservano, al primo piano una ricca serie di testimonianze dell’attività delle sorelle.
Sono visibili, in particolare, disegni originali, campini di merletto e manufatti, alcuni arredi della scuola.

DOVE SI TROVA: Via Luca Pacioli, 7

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *