La Valtiberina Toscana e gran parte del Centro Italia offrono la possibilità di scoprire ed approfondire bene l’opera di Piero della Francesca. Arezzo presenta il ciclo di affreschi dedicati a La leggenda della Vera Croce presso la cappella Bacci e la figura della Maddalena si staglia in una parete della cattedrale dedicata a San Donato. Usciti dalla superstrada una piccola deviazione permette la visita al paese che diede i natali alla madre di Piero della Francesca: Monterchi. Qui, risiede il mistero di una nascita che deve compiersi e ‘La Madonna del Parto’  vi aspetta, in tutta la sua eleganza e maestosità. Una sosta obbligata è nel paese di Anghiari, uno dei Borghi più Belli d’Italia dove si possono ammirare molti degli scorci panoramici usati da Piero nelle sue opere. Sansepolcro, a fondo valle, ospita nel Museo Civico La Resurrezione, definita l’opera più bella del mondo, Il Polittico della Misericordia,  il San Ludovico e il San Giuliano. 

Il progetto interregionale Terre di Piero è nato nel 2014 e prevede un itinerario concentrato nel Centro Italia, dedicato esclusivamente a Piero della Francesca. Le città coinvolte sono le citate sopra, tutte in Toscana, con l’aggiunta di PerugiaUrbino e Rimini. 4 regioni, 6 città per scoprire l’arte dell’illustre artista e la vita di quell’esatto momento storico.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *